domenica 19 novembre 2017

Manchester by the sea



MANCHESTER BY THE SEA
Pochi di voi, immagino, avevano mai sentito il nome di Kenneth Lonergan prima di Manchester by the sea. Aveva debutto nel 2000 con Conta su di me, film da due nomination all'Oscar (tra cui miglior sceneggiatura, sua) il Grand Jury Prize al Sundande. Lonergam si mette così al lavoro sulla sua seconda pellicola, Margaret, film drammatico con uno splendido cast (Anna PaquinMark RuffaloJean RenoMatt Damon...). Il film, molto apprezzato dalla critica, creerà moltissimi contrasti tra Lonergan e i produttori, soprattutto per disaccordi sul montaggio finale. Tanto che sarà distribuito solo nel 2011, dopo ben 6 anni di battaglie legali. Ed è così che in oltre 15 anni di carriera, Manchester by the sea è "solo" il suo terzo film come regista. Dico "come regista", perché nel frattempo ha lavorato come sceneggiatore scrivendo film come Terapie e pallottole di Harold Ramis (entrambi i suoi genitori erano psicoanalisti), Le avventure di Rocky e Bullwinkle di Des McAnuff e Gangs of New York di Martin Scorsese. Manchester by the sea è, quindi, il film della consacrazione definitiva e immagino che ora non dovremo attendere altri cinque o sei anni prima di vedere una sua nuova pellicola. Perché Manchester by the sea è un film è un film da due Oscar (quello a Lonergan per la sceneggiatura e a Casey Affleck come miglior attore protagonista) e di altre 4 nomination, di un Golden Globe, 2 Bafta e qualcosa come 113 premi internazionali da giurie e festival di tutto il mondo. Merito di un'ottima sceneggiatura e dell'interpretazione della vita di Casey Affleck, attore a volte messo in ombra dai successi del fratello Ben, ma che ormai si è costruito un'ottima carriera (la saga Ocean's...., GerryL'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford...). Nel cast anche altri ottimi attori quali Michelle Williams (la ex Jen di Dawson's Creek, oggi attrice di successo con titoli quali MarilynBlue ValentineShutter Island...) e Kyle Chandler (il Gary Hobson della serie Ultime dal cielo, poi apparso spesso al cinema, da Argo The Wolf of Wall Street).

PS. Il film è lungo. Quindi si prega gli spettatori, soprattutto quelli delle 20.15, domani di andare in sala in anticipo. Così da poter iniziare la proiezione delle 20.15 in orario spaccato e non accumulare ritardo sullo spettacolo delle 22.30. Si prega inoltre, sempre gli spettatori delle 20.15, finito il film, di lasciare la sala un po' più rapidamente del solito, così da permettere l'ingresso dei soci allo spettacolo successivo.

PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
Cinema Centrale: vedi programma
Cinema Imperia sala 1: vedi programma
Cinema Imperia sala 2: vedi programma
Cinema Dianese: vedi programma


HOME VIDEO


Buon cinema,
Marco Frassinelli

lunedì 13 novembre 2017

Easy



EASY, UN VIAGGIO FACILE FACILE
Prima di iniziare a parlare del secondo film della stagione, ho notato che molti di voi hanno seguito il nostro consiglio di evitare lo spettacolo delle 20.15: alle 20.15 la situazione è stata meno satura dello scorso anno, mentre il pubblico degli spettacoli delle 16.15 (praticamente pieno) e delle 22.30 erano più numerosi. Bene. Continuiamo così.
Il secondo film di quest'anno è Easy, un viaggio facile facile, opera prima del regista Andrea Magnani, già sceneggiatore televisivo (L’ispettore ColiandroDistretto di polizia) e documentarista (Basta guardarmiCaffè Trieste). Il film è un sorta di on the road, un "a spasso col morto" su e giù per i Carpazi. Ottima prova di Nicola Nocella, attore molto bravo visto in film quali Il figlio più piccolo di Pupi Avati (2010) e Studio illegale di Umberto Carteni (2013). Nel cast anche Libero De Rienzo (Santa MaradonaA/R Andata + Ritorno) e Barbara Bouchet(Milano Calibro 9Non si sevizia un paperino).

PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
Cinema Centrale: vedi programma
Cinema Imperia sala 1: vedi programma
Cinema Imperia sala 2: vedi programma
Cinema Dianese: vedi programma


HOME VIDEO


Buon cinema,
Marco Frassinelli

lunedì 6 novembre 2017

Stagione 2017-2018, Il medico di campagna



STAGIONE 2017-2018
Con un po' di ritardo nell'invio della newsletter (molti di voi in questo momento saranno già in sala), vi comunico che oggi 6 novembre ha inizio la stagione 2017-2018 del Cineforum Imperia (la cinquantunesima?). Ben 26 film quest'anno, uno in più rispetto agli anni scorsi, tanto che si finisce addirittura a giugno. Cosa vi aspetterà? Beh, iniziamo con una commedia francese, si prosegue con un road movie italo-ucraino, per poi arrivare a Manchester by the sea, tra i film più attesi di questa stagione, vincitore di 2 premi oscar e oltre 113 premi tra i festival di mezzo mondo. Si prosegue con il nuovo film del giapponese Hirokazu (quello di Father and Son) e con A Ciambra su una comunità rom in Italia. Grande evento l'11 dicembre con il film d'animazione Your Name, tra i 100 film più votati di tutti i tempi dal principale sito di cinema al mondo (imdb.com) e vero successo mondiale (in Giappone è l'anime con il maggior incasso di sempre). Chiudiamo il 2017 con il polacco Agnus Dei sui crimini compiuti dall'Armata Rossa nel 1945. Riapriamo il 2018 con due grandi maestri del cinema europeo: prima il nuovo film di Emir Kusturica (la cui immagine promozionale abbellisce il nostro depliant) e poi quello di Aki Kaurismaki (evento speciale). Anche le settimane successive saranno caratterizzate da film di maestri indiscussi. Il 22 gennaio abbiamo l'evento speciale di Paterson di Jim Jarmusch proiettato in lingua originale (sottotitolata in italiano). Altro evento speciale il 29 gennaio con il nuovo film di Andrea Segre introdotto dal regista stesso tramite un collegamento Skype. Apriamo febbraio con il nuovo lavoro dei fratelli Dardenne e quello di Asghar FarhadiIl cliente, premiato agli oscar come Miglior film straniero. Altro evento special il 19 febbraio: proiezione di L'inferno, capolavoro del cinema muto italiano del 1911 tratto dalla Divina Commedia, accompagnato al pianoforte dal Maestro Luigi Giachino. Parliamo di politica, emancipazione e sentimenti con il francese A casa nostra e l'israeliano Libere disobbedienti innamorate. Altro evento speciali il 12 marzo con la proiezione in lingua originale dell'argentino Il cittadino illustre. Inizia poi una retrospettiva in due parti sul celebre attore Peter Sellers con i suoi due film più straordinari: iniziamo con Oltre il giardino.Poi vedremo La tenerezza di Gianni Amelio tratto dal romanzo La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone seguito dall'attesissimo Jackie di Pablo Larrain in lingua originale (altro evento speciale), sulla vita della first lady Jackie Kennedy. Il documentario Libere parlerà delle donne partigiane. Maggio si aprirà con l'islandese Virgin Mountain e il canadese E' solo la fine del mondo di Xavier Dolan (quello del premiatissimo Mommy). Chiudiamo la rassegna su Peter Sellers con il mitico Il dottor Stranamore... di Stanley Kubrick (che già da solo varrebbe la stagione intera). Chiudiamo infine la stagione con due film molto lunghi ma altrettanto interessanti: il romeno Sieranevada e il strapremiato film tedesco Vi presento Toni Erdmann.



IL MEDICO DI CAMPAGNA
Primo film della stagione, lunedì 6 novembre, sarà Il medico di campagna su, appunto, un medico di campagna vecchio stile, con borsa in pelle e visita a domicilio. Protagonista della pellicola François Cluzet, attore francese portato alla notorietà dalla straordinaria performance di Quasi amici - Intouchables ma che aveva già una pluridecennale carriera alle spalle, soprattutto diretto di Claude Chabrol. Il regista di Il medico di campagna è il francese Thomas Lilti che, cosa più unica che rara, è un vero medico oltre che regista e che ha portato avanti le due carriere parallelamente (e non per caso, anche il suo film precedente, Ippocrate, aveva un medico come protagonista).


CHIARIMENTI E COMUNICAZIONI
Dato che la stagione sta iniziando (per molti sarà già iniziata quando leggerete queste righe), ci tengo a ricordare un paio di aspetti.
  • Gli orari sono 16.15, 20.15 e 22.30.  Però nel caso degli ultimi due film della stagione e nel caso del concerto, non ci sarà lo spettacolo delle 22.30.
  • La tessera associativa è, appunto, una tessera associativa. Quindi non un abbonamento o un biglietto del cinema. Semplicemente è una tessera associativa che permette di partecipare alla vita dell'associazione e ai vari eventi e proiezioni che sono ad ingresso gratuito e riservate ai soci... fino a esaurimento posti.
  • Il cinema, per questioni di licenza e sicurezza, ha un numero di persone massime che possono entrare in sala ad ogni spettacolo. Questo a prescindere dal numero di sedie. Un cinema potrebbe avere 100 sedie ma avere una licenza di 80 posti e quindi anche se ci sono 20 sedie libere... il cinema è pieno. Questo lo dico perché è capitato che qualcuno guardasse il film dal bar e gente fuori, per raggiunta capacità del cinema, dicesse di voler entrare perché l'amico dentro gli ha detto che una seria è libera. Se anche la sedia è "fisicamente" vuota, il cinema è pieno dato che l'occupante della sedia c'è. Quindi se il gestore del cinema dice che il cinema è pieno (vengono contate le persone che entrano), non protestate sul fatto che ci siano sedie libere o no. Nessuno, ne il Cineforum né il Cinema Centrale, hanno alcun interesse che qualcuno "resti fuori", quindi se il gestore dice che non si può entrare è perché è così.
  • Si sa che le prime settimane lo spettacolo delle 20.15 è sempre molto affollato, tanto che può capitare che qualcuno non riesca ad entrare (mai successo questo invece agli spettacoli delle 16.15 e 22.30). Per questa ragione vi chiedo, a chi ha la possibilità, almeno fino alla pausa natalizia, se siete abituali delle 20.15, per questo mese e mezzo, cercate ogni tanto di andare alle 16.15 o alle 22.30, così da lasciare spazio a chi può solo in quell'orario. Tra l'altro avreste meno problemi di posteggio e più scelta nel posto dove sedervi. Chi invece può o vuole andare sempre e solo allo spettacolo delle 20.15 sappia che per essere sicuro di entrare deve arrivare con un po' di anticipo (mentre agli altri spettacoli può arrivare anche all'ultimo momento).
  • Per evitare liti e problemi evitate di tenere occupato, allo spettacolo delle 20.15, più di un posto. Anche perché, per quello detto prima, non serve a niente. Voi tenere tre posti per i vostri amici: nel frattempo si esaurisce la capienza del cinema. Arrivano i vostri amici e dicono al gestore di farli entrare perché hanno il posto. Ma non è vero, perché nel frattempo tre persone erano entrate e la capienza raggiunta. Quindi i vostri tre amici sono fuori, voi state tenendo il posto a gente che non entrerà e ci saranno tre persone in piedi (e il film non può partire, per legge, con persone in piedi) a cercare il loro posto non trovandolo.
Ho dato questi avvertimenti non per spaventarvi (la percentuale di persone rimaste fuori dalla sala è davvero minima, circa il 2% e solo per alcuni film a inizio stagione, solo per lo spettacolo delle 20.15 e solo chi, ovviamente, è arrivato più tardi delle altre 280 persone già sedute in sala al suo arrivo), ma più che altro per anticipare / rispondere a dubbi emersi nel corso della stagione scorsa, così che se un 5% - 10 % di chi va allo spettacolo delle 20.15 a turno andasse a quello delle 22.30 nessuno rimarrebbe più fuori e sarebbe meglio per tutti.


PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
Cinema Centrale: vedi programma
Cinema Imperia sala 1: vedi programma
Cinema Imperia sala 2: vedi programma
Cinema Dianese: vedi programma


Buon cinema,
Marco Frassinelli

venerdì 4 agosto 2017

Aperichat, Bellissimi, Albenga Dreams, Film Caravan



APERICHAT: MARINO MAGLIANI
L'associazione Proxima e il bar Bacan di Oneglia inaugurano questa sera la rassegna di libri "Aperichat - Aperitivo con autore". Il format è presto detto: presentazione di un bel libro mentre si sorseggia un buon aperitivo e si degusta le prelibatezze preparate del Bacan. Il primo appuntamento sarà questa sera, venerdì 4 agosto alle ore 19.00, con un aperitivo in compagnia dello scrittore Marino Magliani (Quattro giorni per non morireIl collezionista di tempoLa tana degli Alberibelli). Il libro che verrà presentato è L’esilio dei moscerini danzanti giapponesi (Exòrma, 2017), romanzo semi-autobiografico su un traduttore ha lasciato la sua Liguria, è andato lontano e non è più tornato. Un esilio volontario, in ultima analisi da sé stesso. Io sarò lì come intervistatore: non mancate. (PS. aperitivi a prezzi popolari dai 3,50 €, cibo compreso!).




CINEFORUM BELLISSIMI
Il 9 agosto si concluderà la rassegna Cineforum in piazzetta 2017, organizzata dall'associazione Amici di Bellissimi in collaborazione con Cineforum Imperia. L'appuntamento è nella piazza della chiesa alle ore 21.00 con il film  Acque del Sud (USA, 1944), di Howard Hawks, con Humphrey Bogart Lauren Bacall.






ALBENGA DREAMS
In occasione della terza edizione di Albenga Dreamsdomenica 6 agosto alle ore 20.30 in Piazza del Popolo, l'associazione Proxima organizza un incontro sul Cinema di Fantascienza con ospite e relatore il critico cinematografico Michele Tetro, autori di libri quali Il grande cinema di Fantascienza. Da 2001 al 2001 (Gremese Editore, 2001), Il grande cinema di Fantascienza. Aspettando il monolito nero (Gremese Editore, 2002), Contact! Il cinema degli alieni (Tedeschi Editore, 2006), Mondi paralleli - Storie di fantascienza dal libro al film (Edizioni Della Vigna, 2011), Guida al cinema di fantascienza-Storia, protagonisti, personaggi, curiosità (Odoya, 2014).

FILM CARAVAN
Dal 3 al 6 agosto si sta svolgendo a Imperia l'ottava edizione del festival FilmCaravan. Le proiezione dei cortometraggi selezionati si svolgono in Via Santa Chiara a Parasio, tutte le sere alle 21.30 dal 3 al 5 agosto. La premiazione sarà invece sabato 6 agosto al Tapas Beach a Borgo Prino.



    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli


    mercoledì 12 luglio 2017

    Mostriamo il Cinema, Bellissimi



    MOSTRIAMO IL CINEMA
    Continua "Mostriamo il Cinema", la manifestazione cinematografica organizzata da Proxima e il Circolo Borgo d'Oneglia in collaborazione con il Cineforum Imperia e col patrocinio del Comune di Imperia. Dopo l'ottima cena con delitto e la bella serata dedicata ai film di fantascienza "liguri" (con interessante intervento del regista e scrittore Angelo Licata), gli appuntamenti con il Cinema italiano di fantascienza non sono finiti.

    ----MOSTRA
    È sempre visitabile (fino a sabato), ad ingresso gratuito, la Mostra sul cinema italiano di fantascienza presso il nuovo Museo Navale di Imperia. Orario: dalle 18.30 alle 22.30.

    ----12 LUGLIO
    Questa sera, mercoledì 12 luglio, alle ore 20.30 in piazza a Borgo d'Oneglia, ci sarà una doppia proiezione cinematografica a ingresso libero. Entrambi i film sono diretti dal regista Luigi Cozzi e sono Scontri stellari oltre la terza dimensione (1978) e il nuovissimo Blood on Méliès' Moon (2016).
    • Il primo film che vedremo è "Scontri stellari oltre la terza dimensione". È il 1978 è Cozzi propone ai produttore la sua sceneggiatura per un film di fantascienza intitolare "L'impero delle stelle". "Star Wars", uscito pochi mesi prima, sta ancora facendo faville al botteghino e così i produttori accettano di produrre il film patto però di inserire elementi "alla Star Wars". Ecco così che il titolo diventa "Starcrash - Scontri stellari" e che compaiono spede laser e altri elementi di Guerre stellari. A distanza di 40 anni "Scontri stellari oltre la terza dimensione" è ancora un cult in tutto il mondo, esempio di quel cinema italiano, forse di serie B, che non aveva paura di competere (o almeno provarci) con le mega produzioni hollywoodiane. Musiche del 5 volte premio Oscar John Barry. Cast internazionale con Caroline Munro (La spia che mi amava), Christopher Plummer (Tutti insieme appassinatamenteBeginnersPulp Fiction), David Hasselhoff (SupercarBaywatch) e Nadia Cassini (L'infermiera nella corsia dei militariLa dottoressa ci sta col colonnello).
    • Il secondo film che vedremo è invece una novità: "Blood on Méliès' Moon" (La Porta sui Mondi). Dopo gli horror degli anni '80 (Nosferatu a VeneziaPaganini HorrorIl gatto nero), Luigi Cozzi aveva smesso di dirigere film. Non ha, però, abbandonato il mondo del cinema continuando a fare l'aiuto regista per Dario Argento (Due occhi diaboliciLa sindrome di Stendhal), dirigendo documentari e scrivendo molti libri di cinema per la Profondo Rosso. Nel 2016 decide però di tornare dietro la macchina da presa dopo 25 anni per realizzare questo film. Lo spunto è una storia vera, uno dei più grandi interrogativi della storia del cinema: nel 1890, ben prima dell' "invenzione" del cinema e della cinepresa da parte dei fratelli Lumiere e di Edison, un altro inventore francese, Luis Le Prince, aveva realizzato la prima macchina da presa e le prime riprese. Non fece però in tempo a brevettare la sua invenzione perché "scomparve", letteralmente, sul treno Digione - Parigi, prima della sua proiezione pubblica. Né lui né la sua invenzione arrivarono mai a destinazione e tutt'oggi non si sa che fine abbia fatto. Pochi anni dopo Edison e i Lumieri passarono alla storia come gli inventori del cinema con una macchina molto simile a quella di Le Prince. Partendo da questo spunto Cozzi ha realizzato un film che è un vero e proprio omaggia alla nascita del cinema e in particolare ai film di Georges Melies.

    ----15 LUGLIO
    La serata conclusiva di Mostriamo il Cinema si svolgerà sabato 15 luglio, sempre in piazza a Borgo d'Oneglia.

    La serata inizierà alle ore 19.30 con una cena in piazza (costo: solo 10 €). Intorno alla cena sarà possibile ammirare, ed eventualmente acquistare, una selezione di locandine e manifesti cinematografici originali di film di fantascienza e non solo, forniti dal Vintage Point di Andrea Bruno. Chi c'era alla cena con delitto sa già come si mangi bene a Borgo d'Oneglia! Per chi ha bambini ci sarà una truccabimbi per trucchi a tema fantascientifico.

    Dopo la cena, alle ore 21.30, si terrà la tavola rotonda conclusiva dell'evento, durante la quale i nostri ospiti. tramite anche l'ausilio di immagini, ripercorreranno la storia del cinema di fantascienza realizzato in Italia: dalle space opera di Antonio Margheriti ai film "americani" di Luigi Cozzi, dalla fantascienza sociologica degli Elio Petri Marco Ferreri a i post-apocalittici di Sergio Martino e Enzo G. Castellari.

    Tra gli ospiti avremo:
    • Massimo Morini: cantante e leader dei Buio Pesto, direttore d'orchestra e arrangiatore, è anche regista di film di fantascienza quali: InvaXon (film e serie tv), Capitan Basilico 1 e 2, The President's Staff 12 12 12 (film che abbiamo proiettato lunedì).
    • Luigi Cozzi: tra i principali esponenti della fantascienza italiana grazie a due pellicole di culto quali Scontri stellari oltre la terza dimensione e Contamination. Ha inoltre diretto il film di fantascienza sociologica Il tunnel sotto il mondo, i due fanta-mitologici Hercules Le avventure dell'incredibile Ercole e il recente Blood on Méliès' Moon. Ha scritto molti libri sia sul cinema che sulla letteratura di fantascienza. È inoltre un nome di spicco del cinema horror italiano e sceneggiatore per Dario ArgentoLamberto BavaEnzo G. Castellari e Joe D'Amato.
    • Roberto E. D'Onofrio: critico cinematografico specializzato in cinema horror e di fantascienza, ha collaborato o collabora con riviste di cinema quali la storica rivista statunitense “Fangoria”, la rivista francese “L'Écran fantastique” e la rivista spagnola "SciFiWorld". Nel ruolo di reporter o nei panni di sé stesso compare nei film “Violent Shit: The Movie” (2015) di Luigi Pastore e “Rock N Roll Over” (2012) di Enguerran Prieu.
    • Teresio Spalla: regista e sceneggiatore cinematografico ("Cuori perduti"), televisivo e teatrale, è critico cinematografico per la rivista Scenario.

    L'ingresso alla sola conferenza è libero. Mentre per la cena (10 €) vi consiglio di prenotare dato che i posti sono limitati. Per prenotare potete chiamare o scrivere (whatzup va bene) al 328.2376783.

    Qui il programma completo

    CINEMA A BELLISSIMI
    E poi non dite che d'estate vi lasciamo senza cinema. Oltre a Mostriamo il Cinema, il Cineforum Imperia collabora anche con l´associazione Amici di Bellissimi cha da quattro anni organizza il "Cineforum in Piazzetta" a Bellissimi (fraz. di Dolcedo). La rassegna, quest'anno prevede cinque appuntamenti col motto "Insieme per sorridere ed emozionarsi". Dopo Stagista inaspettato (2015) proiettato il 5 luglio, la rassegna prosegue il 12 luglio con Confidenze troppo intime(2004), il 19 luglio con Perfetti sconosciuti (2016), 26 luglio con Sentieri selvaggi (1956) e terminerà il 9 agosto con Acque del Sud (1944).



    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    giovedì 6 luglio 2017

    Mostriamo il Cinema



    MOSTRIAMO IL CINEMA
    Ogni tanto qualcuno mi scrive chiedendomi perché il Cineforum Imperia non faccia un Cineforum estivo. Quello che, però, forse non tutti i nostri soci sanno, che da ormai 7 anni il Cineforum ha o comunque collabora ad un evento cinematografico estivo: Mostriamo il Cinema. Diretto dal sottoscritto e organizzato da Proxima - Associazione no-profitMostriamo il Cinema ha sempre visto la collaborazione attiva del Cineforum Imperia e spesso lo staff dell'uno si è mischiato con quello dell'altro (ai vari anni di Mostriamo in Cinema hanno infatti collaborato anche vari membri del direttivo del Cineforum quali Lino Bianco, Orlando Botti, Corrado Agnese, Fabio Boero, Felice Delucis, Emilio Audissino...). Dopo 5 edizioni a Cervo e una tra Borgo d'Oneglia e Santo Stefano al Mare, l'edizione 2017 si svolgerà completamente a Imperia!
    Ogni anno viene scelto ed affrontato un determinato genere cinematografico, con un occhio di riguardo per il cinema di genere italiano (anche grazie alla collaborazione con CinemaItaliano.info del nostro ex socio Carlo Griseri). La scelta è caduta quest'anno sul Cinema Italiano di Fantascienza, genere che avevamo affrontato qualche anno fa in stagione con la proiezione di La decima vittima di Elio Petri.

    Ma vediamo il programma di questa settima edizione che si terrà dall'8 al 15 luglio:
    • 8/15 luglio: per tutta la durata dell'evento, tutti i giorni dalle 18.30 alle 22.30, sarà visitabile presso il Nuovo Museo Navale di Imperia, una bella mostra di locandine e manifesti di film di fantascienza italiani. Dai classici di Antonio MargheritiSergio Martino e Luigi Cozzi, fino al recente Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti.
    • Sabato 8 luglio a Borgo d'Oneglia: cena con delitto "Arresto totale" a cura di Il Corvo Bianco e il Circolo Borgo d'Oneglia. Lo spettacolo, ambientato nel 2067, è stato scritto appositamente per la kermesse. Prenotazione obbligatoria (e siamo già al completo).
    • Lunedì 10 luglio a Borgo d'Oneglia ore 20.30: prima di due serate di proiezioni cinematografiche ad ingresso gratuito. In questa prima serata ci concentreremo sui film di fantascienza realizzati in Liguria e lo faremo con la proiezione del bellissimo cortometraggio Closer (2013) di Angelo Licata e del film di fantascienza umoristica 12 12 12 (2014) di Massimo Morini (noto anche come frontman dei Buio Pesto). Durante la serata: servizio bar a cura del Circolo Borgo d'Oneglia.

    • Mercoledì 12 luglio a Borgo d'Oneglia ore 20.30: la seconda serata di proiezioni ad ingresso gratuito si concentrerà sui film di Luigi Cozzi. Ben due i film proiettati nella stessa serata: alle 20.30 Scontri stellari oltre la terza dimensione (1978), che piacerà agli appassionati di film quali Star Wars e Flash Gordon, e alle 22.30 Blood on Melies' Moon (2016), nuovissimo film dove Cozzi immagina una risposta fantastica ad uno dei più grandi interrogativi (veri) della storia cinema: che fine ha fatto il vero inventore del cinema??
    • Sabato 15 luglio a Borgo d'Oneglia: la serata conclusiva conclusiva di Mostriamo il Cinema 2017 inizierà alle 19.30 con una cena a tema fantascientifico a cura del circolo Borgo d'Oneglia (contributo simbolico: 10 €; per prenotazioni: 328.2376783). Durante la cena ci saranno alcune attività collaterali: truccabimbi, possibilità di acquistare locandine cinematografiche dal Vintage Point di Andrea Bruno e libri di cinema dalla Profondo Rosso. Dopo la cena, alle 21.30, tavola rotonda con il regista e scrittore Luigi Cozzi (Scontri stellari oltre la terza dimensioneContaminationHercules) e il regista e musicista Massimo Morini (Capitan Basilico12 12 12InvaXion). Nell'occasione Luigi Cozzi festeggerà i 55 anni di carriera nel campo della fantascienza!
    Insomma, una ricca settimana di cinema con mostre, proiezioni, ospiti... e il tutto a ingresso gratuito! Non mancate!

    Qui il programma completo

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    domenica 28 maggio 2017

    Al di là delle montagne



    AL DI LA' DELLE MONTAGNE
    Abbiamo dovuto attendere l'ultimo film della stagione (eh già, la stagione è finita) per vedere finalmente un film proveniente dall'estremo oriente, dopo 11 film europei, 6 nord-americani, 5 sud-americani e 2 medio-orientali (Palestina, Turchia). Al di là delle montagne è una co-produzione cinese-francese-giapponese, scritta e diretta Jia Zhangke, regista cinese arrivato alla fama internazionale grazie al Leone d'Oro a Venezia per Still Life (2006). Curiosa la scelta di chiamare in personaggi con lo stesso nome degli attori che li interpretano: Tao Zhao interpreta Shen Tao, Yi Zhang interpreta Zhang Jinsheng e Jing Dong Liang interpreta Liang Jangjung.

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: chiuso


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    lunedì 22 maggio 2017

    L'ultima parola



    L'ULTIMA PAROLA
    Nei primi anni '50 il senatore statunitense Joseph McCarthy mise su una vera e propria "caccia alle streghe" alla ricerca di simpatizzanti delle ideologie comuniste. Parte delle indagini si concentrò a Hollywood dove lavoravano molti europei di sinistra, emigrati in USA a causa dell'oppressione nazista. Charlie Chaplin e Elmer Bernstein sono solo alcuni dei grandi nomi dello spettacolo a essere indagati in questo periodo. Un'altro fu lo sceneggiatore di Dalton Trumbo, protagonista del film che vedremo questa sera. Negli anni '40 era uno degli sceneggiatori di punta di Holllywood, con film quali Kitty Foyle, ragazza innamorata (1940) di Sam WoodMissione segreta (1944) di Mervyn LeRoy e Il sole spunta domani (1945) di Roy Rowland. Dopo il maccartismo continuò la carriera all'estero sotto falso nome, vincendo negli anni '50 ben due Oscar con film quali Vacanze romane (1953) di William Wyler e La più grande corrida (1956) di Irving RapperTrumbo è stato anche lo sceneggiatore di Exodus di Otto Preminger e di Spartacus di Stanley Kubrick. Come regista ha firmato nel 1971 il film E Johnny prese il fucile. L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo è invece diretto da Jay Roach, regista noto soprattutto per le saghe comiche di Austin Powers e Ti presento i miei. Nel cast Bryan Cranston (l'indimenticabile Walter White di Breaking Bad), Michael StuhlbargDiane Lane e Helen Mirren.

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    lunedì 15 maggio 2017

    Neruda, Film Caravan



    NERUDA
    Completiamo questa sera il ciclo dedicato al cinema di Pablo Larrain. Dopo Il club, il regista cileno ci racconta in Neruda alcuni aspetti della vita del famoso poeta. In occasione del film verrà realizzato un piccolo flash mob, in cui ciascuno dei soci è invitato a portare una copia dei libri di Nerura (per chi non ne avesse, alcune copie saranno disponibili in loco) per manifestare la volontà di una rapida apertura della biblioteca comunale.
    FILM CARAVAN 2017
    Per alcuni anni si è svolta nella nostra zona questa manifestazione. L'anno scorso per motivi di budget non si è potuta svolgere.
    Quest'anno film caravan tornerà e per raccogliere fondi ha creato un finanziamento partecipativo, per chi è interessato a contribuire qui di seguito trovate questo link:

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    lunedì 8 maggio 2017

    Il gabinetto del dottor Caligari



    IL GABINETTO DEL DOTTOR CALIGARI
    Eccoci, siamo tornati. Tra Pasqua e Pasquetta, 25 aprile e 1° maggio, sono stati ben tre i lunedì consecutivi senza Cineforum. Ora, però, siamo tornati belli carichi per questo rush finale con ben quattro film prima della conclusione della Stagione. E non ricominciamo con un film "qualunque", ma con uno dei classici della storia del cinema. Secondo e ultimo film della nostra retrospettiva su capolavori di registi tedeschi (il primo era stato Vogliamo vivere), il film di questa sera è, infatti, Il gabinetto del dottor Caligari. Produzione tedesca del 1920, è uno dei più celebri film muti della storia del cinema, vero e proprio manifesto del cinema espressionista tedesco. Guardando le scenografia del film non si può non pensare a Ernst Ludwig Kirchner e in qualche modo proseguiremo una retrospettiva portata avanti di stagione in stagione su questo cinema, dato che negli ultimi anni abbiamo proiettato sia Nosferatu il vampiro di Murnau che Metropolis di Lang. Potrebbe essere interessante proseguire anche in qualche altra stagione, magari inserendo nei prossimi anni Il Golem di Wegener o addirittura la trilogia dedicata a Il dottor Mabuse ancora di Lang. Tornando a Il gabinetto del dottor Caligari, la regia è di Robert Wiene, tedesco di origini ebraiche (morì infatti a Parigi, dove si trasferì quando i tedeschi presero il potere in Germania). Dopo il Gabinetto, diresse numerosi altri film, grandi produzioni come Genuine (1920), Raskolnikow (1923, da Delitto e castigo), I.N.R.I. (1923), senza però mai eguagliare il successo del suo capolavoro.

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    lunedì 10 aprile 2017

    Remember


    REMEMBER
    Tra Pasquetta, il ponte del 25 aprile e il 1° maggio, dopo Remember il Cineforum si prenderà una pausa di ben tre settimane. Riprenderemo la stagione l'8 maggio. Remember è la seconda pellicola sul tema dell'Olocausto che vedremo quest'anno, dopo Il figlio di Saul proiettato in occasione della giornata della Memoria. Ed è proprio sulla "memoria" che Remember si concentra. Il protagonista è un anziano ebreo affetto da demenza senile che viene convinto da un suo amico a lasciare l'ospizio per mettersi sulle tracce del nazista responsabile dell'uccisione delle loro famiglie ad Auschwitz. Il regista del film è Atom Egoyan, autore di pellicole quali Il dolce domaniArarat - Il monte dell'ArcaIl viaggio di Felicia. Straordinario il cast: Christopher Plummer (BeginnersThe Last Station), Martin Landau (Tucker - Un uomo e il suo sognoEd Wood), Bruno Ganz (Il cielo sopra BerlinoLa caduta).

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli

    lunedì 3 aprile 2017

    Io, Daniel Blake



    IO, DANIEL BLAKE
    Ci sono registi che il Cineforum Imperia ha praticamente adottato, proiettandone tutti o quasi i film realizzati. Uno di questi è il regista inglese Ken Loach, noto per l'impegno sociale a favore delle classi più deboli. Jimmy's Hall - Una storia d'amore e libertàSweet SixteenPaul, Mick e gli altri, per citare giusto i primi titoli che mi vengono in mentre tra quelli visti nelle nostre stagioni. Giunto e superato le 80 primavere, Loach non ha perso il suo smalto e con Io, Daniel Blake si è portato a casa la sua seconda Palma d'Oro del Festival di Cannes (la prima era stata grazie a Il vento che accarezza l'erba). Ma soprattutto è ancora capace di appassionare il pubblico se pensiamo che questo film ha vinto il Premi del Pubblico sia a Locarno che a San Sebastian. La storia è quella di un carpentiere rimasto senza lavoro per motivi di saluta e che ora necessiterebbe di una qualche tipo di assistenza, ma dovrà scontrarsi con la burocrazia.

    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: vedi programma
    Cinema Imperia sala 1: vedi programma
    Cinema Imperia sala 2: vedi programma
    Cinema Dianese: vedi programma


    Buon cinema,
    Marco Frassinelli