lunedì 7 gennaio 2019

OGGI NON C'E' IL CINEFORUM



OGGI NON C'E' IL CINEFORUM
Buongiorno a tutti. Rientrati dalle ferie? Il Cineforum Imperia non ancora.
A parte gli scherzi, vi scrivo questa breve e-mail oltre che per rinnovare gli auguri di buon anno del nostro Presidente, per ricordarvi che questa sera non ci sarà il Cineforum Imperia.
Lo sappiamo, c'è scritto sul libretto. Mi direte voi. Ma nel dubbio meglio ricordarlo, già altre volte al ritorno della vacanze qualcuno è venuto al cinema senza controllare sul programma.
Il Cineforum riprenderà quindi lunedì 14 gennaio con il film francese La casa sul mare.


PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
Cinema Centrale: programmazione
Cinema Imperia sala 1: programmazione
Cinema Imperia sala 2: programmazione
Cinema Dianese: programmazione


Voleste comunque andare al Cinema questa sera, giusto per non perdere l'abitudine, al Centrale c'è Aquamen, film tratto dall'omonimo personaggio a fumetti DC Comics: per essere un film di supereroi non è male, meglio della maggior parte dei film Marvel usciti negli ultimi anni.
All'Imperia invece trovate il nuovo classico Disney Ralph spacca internet: probabilmente non all'altezza del precedente Ralph spacca tutto, ma vi farà divertire lo stesso (soprattutto la parte dedicata alle Principesse Disney). Nell'altra sala invece troviamo La Befana vien di notte, film di Michele Soavi con Paola Cortellesi.

Buon cinema,
Marco Frassinelli

domenica 11 novembre 2018

Wajib



WAJIB - INVITO AL MATRIMONIO
Secondo lunedì di Cineforum Imperia. Contrariamente a quanto supponevo nella scorsa newsletter, lunedì scorso ci sono stati problemi di capienza non solo allo spettacolo delle 20.15, ma anche a quello delle 16.15. Questo sicuramente è un segnale positivo, perché significa che siamo in parecchi anche quest'anno. Quindi rinnovo l'invito, per chi può, di scegliere lo spettacolo delle 22.30 così da alleggerire gli orari più gettonati.
Veniamo però ora a Wajib - Invito al matrimonio. Un professore di Nazareth sta organizzando il matrimonio della figlia. Ad aiutarlo torna in Palestina il figlio Shadi, che da anni lavora come architteto a Roma. I due vanno a consegnare gli inviti a mano ai vari parenti, ma questi momenti insieme fanno riemergere vecchie tensioni mai sopite. A raccontarci questa storia è Annemarie Jacir, sceneggiatrice e regista pelestinese al suo terzo lungometraggio.
Il film ha vinto vari premi al Festival di Locarno.
Da segnalare che i due attori che interpretano sullo schermo il padre e il figlio, sono padre e figlio anche nella vita essendo rispettivamente Mohammad Bakri e Saleh Bakri. Entrambi tra l'altro li conosciamo bene al Cineforum avendo recitato, il primo, in La masseria delle allodole di Paolo e Vittorio Taviani e Private di Saverio Costanzo e, il secondo, in Salvo di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.


CONSIGLI DI VISIONE / LETTURA
Questa settimana potremmo recuperare il già citato Private di Saverio Costanzo, anche questo ambientato in Palestina e con Mohammad Bakri anche qui nei panni di un professore. Del figlio Saleh Bakri recupererei, oltre a Salvo, il film Il tempo che ci rimane: una riflessione in quattro parti sulla storia degli arabi palestinesi a partire dal 1948, anno della proclamazione dello Stato di Israele, sino ai giorni nostri, raccontata attraverso episodi comici o tragici della vita di tutti i giorni.
Segnalo anche un libro sulla storia della Palestina e due fumetti imperdibili considerati del capolavori del new journalism.

PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
Cinema Centrale: programmazione
Cinema Imperia sala 1: programmazione
Cinema Imperia sala 2: programmazione
Cinema Dianese: programmazione


Buon cinema,
Marco Frassinelli  

lunedì 5 novembre 2018

Stagione 2018-2019, Parigi a piedi nudi



STAGIONE CINEFORUM 2018-2019
Alla fine di un'estate di attesa, ricomincia la stagione del Cinefoum Imperia.
Iniziamo da cosa non è cambiato: location, costo della tessera associativa, orario spettacoli e impegno da parte nostra di proporvi una stagione bella ed interessante.
Saranno ventidue i film che vedremo quest'anno, partendo domani lunedì 5 novembre e andando a chiudere lunedì 13 maggio.
Vediamo ora cosa è cambiato. Niente di travolgente, solo un piccolo adempimento necessario per sottoscrivere la tessera associativa: in pratica bisogna solo compilare e firmare la presa visione dell'informativa sulla privacy della gestione dei dati personali, come da nuova direttiva europea. Non è niente di che, perché allora ve ne parlo? Perché molti soci, anziché sfruttare i 6 esercizi commerciali convenzionati (Lo Stregatto, i due Garabombo l'invisibile, Libreria Ragazzi e Ottica Bessone), per sottoscrivere la tessera associativa si riducono alla sera dello spettacolo direttamente al Cinema Centrale andando a creare ingorgo e disagio a chi vuole entrare e al personale che deve controllare gli accessi. Se quest'anno i soliti dovranno anche compilare questo modulo in più, si rischia che il film inizi in ritardo o che molti si perdano l'inizio.
Come evitarlo?  Per prima cosa: non fate la tessera la sera stessa dello spettacolo, ma nei giorni precedenti in uno qualsiasi dei negozi sopraindicati (o al Centrale in un'altra sera).
E, qualora dobbiate per motivi imprescindibili farla proprio domani sera, almeno arrivate con il modulo già compilato e firmato. Ne abbiamo spediti più di 1.000 ai soci degli anni precedenti e, anche qualora non lo abbiate ricevuto, ve lo allego a questa e-mail. Basta stamparlo, scriverci i vostri dati, firmarlo e consegnarlo quando farete la tessera.
Nel caso non abbiate la stampante, tutti i tesserati hanno i moduli in bianco, ma ovviamente, come dicevo, se arrivate già con il modulo agevoliamo il lavoro di tutti.
Giusto per chiarire ancora un paio di aspetti: il modulo è parte integrante della procedura di iscrizione; fortunatamente non sarà necessario ricompilarlo tutti gli anni, ma solo una volta ogni dieci anni.
Già che parliamo di procedure, vado a ricordare un paio di aspetti di cui ho già parlato in passato, ma che è importante ricordare, anche e soprattutto per i nuovi soci:
  • la procedura SIAE prevede che si paghi base al numero di tessere emesse e infatti ogni tessere ha una matricola timbrata e vidimata. Lo scorso anno alcune persone hanno smarrito la tessera così come spesso altri si sono presentati avendola dimenticata a casa. Anche se l'avete, fatta il giorno prima e noi ci ricordiamo, anche se siete soci da trent'anni, senza avere fisicamente la tessera con sé non si può entrare entrare in sala. Quindi controllate di averla prima di venire, come se fosse il biglietto per andare a teatro, altrimenti non potrete entrare. Così come state attenti a non perderla: persone che l'anno persa lo scorso anno, hanno dovuto fare una nuova tessera per continuare a vedere i film.
  • La tessera vi dà la possibilità di vedere tutti i film in programma, ma solo fino ad esaurimento capienza. La capienza non corrisponde con il numero dei posti: il numero di persone che possono essere all'interno della struttura da un punto di vista di autorizzazioni, sicurezza, assicurazione. È responsabilità dell'esercente del cinema comunicarci quando è stata raggiunta la capienza. La capienza non corrisponde con il numero di sedie (potrebbero esserci ad esempio 300 sedie, ma il cinema essere "pieno" con 280 persone), quindi è irrilevante che chiediate di vedere il film in piedi, al bar o che il vostro amico vi abbia tenuto il posto.
    Come fare a avere la certezza di entrare al film che ci interessa? I modi sono due. Il primo, che consiglio, è quello di scegliere come orario le 16.15 o le 22.30: non mi ricordo di una sola volta che si sia raggiunta la capienza massima in quegli orari, quindi potete andare tranquilli. Soprattutto consiglio l'orario delle 22.30: più scelta del posto, facilità di trovare posteggio, nessuna fila all'ingresso.
    Se proprio dobbiate andare allo spettacolo delle 20.15, l'altro metodo per essere sicuri di entrare è quello di arrivare prima. Se non siete entrati significa, infatti, che siete arrivati dopo altre 300 persone che sono arrivate prima di voi. Ciò non vuol dire andare a dormire davanti al cinema come ad un concerto dei Rolling Stones: diciamoci la verità, il 99% delle volte basta arrivare un quarto d'ora prima e si riesce ad entrare.
    E ci ricolleghiamo al punto di non fare la tessera al Centrale la sera dello spettacolo: mentre state facendo la tessera o compilando il modulo, altre persone ci passano davanti (daremo precedenza di ingresso a chi ha già la tessera in mano).
  • Non tenere posti occupati con giacche o altro: per i motivi di cui sopra non garantisce al vostro amico di poter entrare e nel frattempo fa perdere tempo all'inizio dello spettacolo perché non si può iniziare finché ci sono persone in piedi in cerca di dove sedersi. Se volete avere un po' libero vicino dove appoggiare la giacca o il casco, rinnovo l'invito di andare alla 22.30: lì il posto dove posare borsa e quant'altro lo avreste.
  • Di non utilizzare i cellulari durante il film non ci sarebbe bisogno neanche di dirlo, ma dato che in molti lo fanno, meglio chiarire un aspetto. Il problema principale che riscontriamo non è tanto il fatto che non vengano messi silenziosi. Di dimenticare la suoneria accesa può capitare una volta (ma stiamoci attenti). Quello che davvero dà fastidio è avere una persona accanto o davanti che ogni due minuti controlla un notifica o manda un whatsapp. Molta gente è ormai così dipendente dai social network che non riesce a staccare neanche per due ore di un film, ma chiediamo un minimo di rispetto per i vostri vicini: nel buio della sala quella fonte di luce è davvero fastidiosa e distrae dal film.
  • Date le numerose richieste di tesseramento, in questi ultimi anni le iscrizioni al Cineforum Imperia sono diventate a numero chiuso: circa un migliaio di tessere che terminano nel giro di qualche lunedì. Quindi se voleste proporlo a qualche amico o famigliare meglio farlo ora perché più avanti potrebbe non riuscire più a trovare la tessera.
Vediamo ora cosa ci aspetta questo lunedì.




PARIGI A PIEDI NUDI
Iniziamo la stagione che con Parigi a piedi nudi, una pellicola franco-belga molto curiosa con protagonista una bibliotecaria canadese in giro per Parigi in compagnia di un stravagante clochard. Registi e protagonisti della pellicola sono Dominique Abel e Fiona Gordon, registi e attori noti per un tipo di satira e ironia con tinte clownesche. Scrive Daniela Catelli su ComingSoon: "Un film piccolo, delicato e insolito nel panorama contemporaneo, nella tradizione dei grandi clown, che omaggia l'arte di Jacques Tati ma anche i classici del muto e del cinema ambientato a Parigi. Gli autori/interpreti portano il loro decennale affiatamento a teatro e al cinema (questo è il loro quinto film) per parlare anche, con la loro fisicità da cartoni animati, di temi seri come l'amore, la vecchiaia e la morte e per raccontare l'incontro tra culture diverse, nella metropoli più magica del mondo.Ultima pellicola prima di morire di Emmanuelle Riva, poetessa e attrice francese, vincitrice nel 1962 della Coppa Volpi per Il delitto di Thérèse Desqueyroux e candidata all'Oscar nel 2013 per Amour

CONSIGLI DI VISIONE / LETTURA
Per cominciare il blu-ray di Parigi a piedi nudi, che non è ancora uscito, ma è già preordinabile al link seguente. E poi tre film che potreste recuperare dopo la visione di A piedi nudi: sicuramente Le vacanze di Monsieur Hulot e Il favoloso mondo di Amélie, film dai quali i due registi hanno sicuramente preso spunto. E poi Ultimo tango a Parigi, citato più volte nel corso della pellicola (è la sua colonna sonora che viene fischiettata); anziché il film, che probabilmente avrete già visto, vi segnalo una chicca da collezionisti: la sceneggiatura integrale della pellicola uscita nel 1973.
MODULO PRIVACY
All'inizio vi ho parlato del'informativa e modulo privacy che trovate allegato. Davo per scontato che chi sta ricevendo questa email lo compilerà per associarsi al Cineforum. Alcuni di voi, però, si iscrivono alla newsletter anche senza esserci soci, va benissimo: ad esempio ex soci che si sono trasferiti, appassionati di cinema che per vari motivi non possono venire il lunedì ecc.. Puoi continuare lo stesso a ricevere le nostre comunicazioni senza essere socio ma devi comunque compilare modulo e farcelo pervenire firmato: presso uno degli esercizi tesseratori o, in questo caso,  va bene anche via email.
Nel modulo, aggiungete in fondo a penna (in stampatello maiuscolo e ben leggibile) l'indirizzo email dove ricevere le email così che possa verificare di avere l'indirizzo corretto.



    PROGRAMMAZIONE IMPERIESE
    Cinema Centrale: programmazione
    Cinema Imperia sala 1: programmazione
    Cinema Imperia sala 2: programmazione
    Cinema Dianese: programmazione


    Essendo la prima email della stagione, con tutte le indicazioni valide per tutto l'anno, vi invito a leggerla con attenzione. Dalla prossima e-mail torneremo a parlare principalmente dei film.
    Buon cinema,
    Marco Frassinelli